Film consigliato della settimana Il castello di Dragonwyck diretto da Joseph L. Mankiewicz nel 1946 con Vincent Price e Gene Tierney

23450

Questa settimana si va sul genere thriller drammatico di ambientazione gotica ottocentesca con questa pellicola prodotta da Ernst Lubitsch a un anno dalla sua morte. La trama racconta le vicende della bella Miranda Wells (Gene Tierney) figlia di contadini timorati di dio che nel suo cuore ha sempre sognato di elevarsi socialmente e l’occasione si presenta quando riceve una lettera di invito da parte di un lontanissimo parente a visitare il suo castello. Detto fatto, Miranda lascia la famiglia e parte alla volta di Dragonwyck a trovare Nicholas Van Ryn (Vincent Price), un uomo colto e affascinante di cui la protagonista si innamora molto presto ma che dietro le spesse mura del suo castello nasconde il suo lato oscuro. Un lato oscuro fatto di paranoie, alcolismo e sottomissione, tutte caratteristiche ereditate da una famiglia all’antica (con i contadini della sua proprietà si comporta ancora come un feudatario) e poco incline ai cambiamenti della società americana di metà ‘800 che dopo la guerra civile avrebbe anche abolito la schiavitù.

IL_CASTELLO_DI_DRAGONWYCK-15

Miranda, solo al suo arrivo a Dragonwyck viene a sapere che Nicholas è sposato ma il suo è un matrimonio infelice a causa della mancata venuta al mondo di un erede maschio, erede che lui è disposto ad ottenere a tutti i costi!

278_IL_CASTELLO_DI_DRAGONWYCK-17

Preferisco non andare oltre con la trama molto interessante di questa pellicola per non rovinarvi l’intreccio narrativo e la scoperta della psicologia dei personaggi; questo film ha dalla sua dei dialoghi molto ricercati, una messa in scena sfarzosa e molto fedele alla società dell’epoca, la fotografia cupa e gotica del grande Arthur C. Miller (3 volte premio oscar) e le interpretazioni degli attori, in particolare un Vincent Price in splendida forma qui alla terza ed ultima collaborazione con la meravigliosa Tierney.

280px-CastelloDragonwyck

Il motivo per cui consiglio questo film è lo stesso che per cui consigliai Avventurieri dell’aria e per cui consiglierò tanti altri film su questo blog ovvero la riscoperta di un certo tipo di cinema oggi introvabile.

P.S. Cofanetto consigliato del regista Joseph L. Mankiewicz

Andre

 

 

Annunci