Disco della settimana “di Carne, di Anima” del gruppo toscano Gran Turismo Veloce.

gran-turismo-veloce

Questo che oggi vi consiglio è secondo me uno dei migliori dischi rock degli ultimi anni, uscito nel 2011 un po in sordina ma che ha trovato la sua affermazione negli anni successivi. “di Carne, di Anima” è stato una ventata di aria fresca nel panorama italiano e a portarlo sono stati i bravissimi Gran Turismo Veloce, band di Grosseto fondata nel 2008 che già aveva all’attivo un EP (“In un solo brivido”) i cui componenti sono Claudio Filippeschi alla voce, pianoforte e tastiere, Flavio Timpanaro al basso, voce secondaria, Stefano Magini alla batteria e Massimo Dolce alle chitarre e programmazione.

gran_turismo_veloce

Già in questo primo album (si spera nell’uscita di un secondo) la band dimostra subito di cosa è capace, la tecnica dei musicisti vine fuori in ogni una delle 9 tracce e raggiungono la vetta in “Misera Venere”, “Quantocamia” e “La Paura”. 46 minuti che scorrono via che è una bellezza tra canzoni cantate e strumentali, suonati con gusto e carisma con testi cantautoriali e ricercati, quasi ipnotici. L’ ispirazione principale è sicuramente verso il rock progressivo degli anni ’70 ma non mancano le strizzate d’occhio all’ alternartive rock, con un sapiente uso di strumentazione analogica e digitale e al progressive metal de L’estremo  viaggiatore. Insomma, un disco variegato ma compatto sotto tutti i punti di vista.

gtv_5mar130010

Annunci